Catechisim par furlan (10) – Dal otâf articul dal credo

L’otâf articul dal credo nus insegne che al è il Spirtussant, tierce persone de Santissime Trinitât, che lui al è Diu eterni, infinît, onipotent, creatôr e Signôr di dutis lis robis, come il Pari e il Fi. Il Spiritussant al procêt dal Pari e dal Fi par vie di volontât e di amôr, come di un sôl principi.

Se il Fi al procêt dal Pari, e il Spiritussant al procêt dal Pari e dal Fi, al pâr che il Pari e il Fi a sedin prime dal Spirtussant: cemût duncje si disial che a son eternis dutis lis trê personis? Si dîs che a son eternis dutis lis trê parcè che il Pari ab aeterno al à gjenerât il Fi; e dal Pari e dal Fi ab aeterno al procêt il Spirtussant.

La tierce persone de Santissime Trinitât si clame specialmentri cul non di Spirtussant parcè che jê e procêt dal Pari e dal Fi par mût di spirazion e di amôr. Al Spirtussant i ven atribuide in particolâr la santificazion des animis. Ancje il Pari e il Fi, valadì dutis lis trê personis divinis, nus santifichin istès, ma la santificazion des animis, jessint opare di amôr, si atribuìs massime al Spirtussant parcè che lis oparis di amôr si atribuissin a la tierce persone.

Il Spirtussant al dismontà jù sore dai apuestui te dì des Pentecostis, valadì cincuante dîs dopo de Resurezion di Jesù Crist, e dîs dîs dopo de sô Assension. Tai dîs dîs prime des Pentecostis i apuestui a jerin ducj insiemi tal cenacul in compagnie di Marie Vergjine e dai altris dissepui; a conduravin te preiere spietant il Spirtussant che Jesù Crist ur veve imprometût.

Il Spirtussant al confermà te fede i apuestui, ju jemplà di lum, di fuarce, di caritât e de abondance di ducj i siei dons. Lui nol è stât mandât dome pai apuestui, ma par dute la Glesie e par ogni anime fedêl. Il Spirtussant, come la anime tal cuarp, al vivifiche la Glesie cu la sô gracie e cui siei dons; al impon te Glesie il ream de veretât e dal amôr; e al jude la Glesie di mût che e meni cun sigurece i siei fîs pe strade dal cîl.